recupero2

“It’s a ride, not a race…”

È Questo il claim della Chase The Sun 2017. L’evento ciclistico propone di attraversare l’Italia trasversalmente da Cesenatico a Tirrenia. Tempo a disposizione quello della luce: dall’alba al tramonto. 270 km con 3.300 m di dislivello. Impossibile improvvisare. Parola d’ordine: strategia. Già perché per partire con le riserve di energia sature, ritardare l’insorge della fatica e rendere questa sfida un vero e proprio piacere, è necessario conoscere come alimentarsi e come integrarsi prima, durante e anche dopo l’evento.

Prima

I 2-3 giorni che precedono l’evento sono fondamentali per riempire le riserve di energia. Come fare? Assumi in ogni pasto e spuntino una fonte di carboidrati, proteine e grassi “buoni”. Un esempio? Un pranzo con riso e pollo o uno spuntino con pane integrale e parmigiano o affettato magro. Non eccedere con le quantità: le riserve di energia hanno una capienza limitata. Abbuffarsi nei giorni che precedono l’impegno fisico, pertanto, non solo non sarebbe vantaggioso ma potrebbe rivelarsi addirittura controproducente. Il rischio, infatti, sarebbe quello di iniziare a pedalare con una sensazione di gonfiore e con una riduzione dell’attentività. Al fine di ridurre il rischio di stress intestinali, elimina dal tuo piatto in questi 2-3 giorni che precedono l’impegno alimenti ricchi in fibre e fruttosio come la verdura e la frutta. Elimina anche alimenti ricchi in grassi come latticini, panne e gelati. In questi giorni i chilometri di allenamento si ridurranno notevolmente ma non perdere l’occasione di mantenere attivo il flusso sanguigno a muscoli e cervello. Per farlo l’Equipe Enervit ha studiato Enervit Carbo Flow: grazie ai flavanoli del cacao favorisce il flusso sanguigno a tutti i tessuti coinvolti nell’impegno fisico e grazie all’isomaltulosio, uno zucchero a lentissimo rilascio, ti permette sin dalla prima colazione di fare il pieno di energia senza disturbare eccessivamente la glicemia.

Durante

La strategia è: fraziona. In pratica assumi un energetico ogni ora della tua Chase on the Sun. Questo ti permetterà di preservare l’energia endogena, cioè quella accumulata nel tuo organismo, e di utilizzare quella esogena, ovvero proveniente da barrette, gel e miscele liquide. Non solo. Sarà favorito lo svuotamento dello stomaco e ridotto il rischio di stress intestinali. Le barrette come Enervit Power Sport e Power Sport Competition sono ideali per i tratti di pianura mentre per le salite o le parti del percorso più impegnative utilizza Enervitene Gel o i pratici Enervit One Hand. Integrazione sì ma prima di tutto idratazione. Porta con te due borracce: una di sola acqua da sorseggiare insieme agli integratori e una con Enervit G Sport in concentrazione diluita. Assumine un sorso ogni 15 minuti di pedalata. Non aspettare la sete: quando arriva hai già perso una buona quantità di acqua, pari all’1-2% del tuo peso corporeo.

Dopo

Sei giunto all’arrivo prima del tramonto? Questo è un grande traguardo. Non abbassare la guardia: ancora qualche minuto di attenzione prima di abbandonarti ai festeggiamenti e al meritato riposo. Entro 30 minuti dall’arrivo assumi una bustina di Enervit R2. Ti permetterà di iniziare a recuperare le energie consumate e riparare lo stress muscolare causato sia dalla durata che dall’intensità della pedalata. Non solo. Favorirà anche il recupero ottimale dello stato idrico. Il tuo prossimo allenamento parte da qui!

Elena Casiraghi, PhD
Responsabile Enervit Nutrition Center – for Sport and Wellness

Pin It on Pinterest