Al Vigorelli la casa della cultura ciclistica e sportiva.

Casa Vigorelli è un’idea per rigenerare e rivitalizzare, con attività quotidiana, lo storico impianto sportivo milanese – Municipio 8. Vogliamo creare una moderna e internazionale casa della cultura ciclistica e sportiva. Un centro attrezzato multifunzionale aperto alle associazioni sportive e di promozione sociale di quartiere: l’occasione per costruire intorno alla struttura sportiva una community che partendo dalla bicicletta, includa altre attività. Sportive, psico-motorie, culturali. Casa Vigorelli è la proposta che abbiamo formulato per il Bilancio Partecipativo del Comune di Milano. Proposta che ha superato la fase di valutazione.

 

Che cos’è il Bilancio Partecipativo?

Il Bilancio Partecipativo è uno strumento di amministrazione partecipata ormai diffuso in tutto il mondo che, sulla base di un budget stanziato da un ente pubblico (di solito un comune) permette ai cittadini di proporre, progettare e votare interventi per il proprio territorio, che verranno poi realizzati dall’ente.

La nostra proposta ha superato la fase di valutazione. Ora serve anche il tuo voto.

Casa Vigorelli ha superato la fase di valutazione nell’ambito del Bilancio Partecipativo. Ora la proposta ha bisogno di raccogliere i voti dei cittadini per essere finanziata, passando così alla fase attuativa.

Descrizione della proposta

L’obiettivo è quello di aggregare competenze e intelligenze diverse in un unico spazio per contribuire, insieme alle istituzioni cittadine e sportive (Comune e Federazioni Sportive), alla vivacità e vitalità quotidiana della struttura, creando una forte e coesa ricaduta sociale in termini di “vita di quartiere”.  Grazie a iniziative culturali e di sport per tutti, Casa Vigorelli potrà diventare un luogo della “mobilità e mentalità sostenibile” ( attività sportiva legata alla bicicletta, corsi, ciclo-officina, ecc ), un valorizzatore del turismo sportivo internazionale per tutti gli appassionati della storia del ciclismo, un ambiente che aiuti a testimoniare e raccontare la grande storia del Velodromo, un rinato luogo di aggregazione.

Oltre alla bici, il mini-rugby e il football americano, si può pensare al gioco delle bocce (per nonni e nipoti), al ping pong, al tiro con l’arco, ai giochi di quartiere dimenticati e sostituiti da troppi video-games. Incontri culturali o musicali, una biblioteca dello sport. Insomma, varrebbe veramente la pena di rimetterlo in pista! non solo per il ciclismo.

In questo spazio le associazioni di quartiere, sportive, culturali e di promozione sociale, avranno la loro sede operativa, a fronte di un “equo canone” annuale. Uno spazio condiviso in logica co-working, per organizzare l’attività quotidiana, i corsi, gli eventi compatibili con la poli-funzionalità dell’impianto. Eventualmente un piccolo spazio “caffetteria”. Da valutare la possibilità di creare spazi e occasioni esterne all’impianto per attività ludico-sportive-ricreative, oggi non previste ma integrabili con relativa semplicità nella poli-funzionalità del Nuovo Vigorelli, creando ulteriori motivi di attrazione.

In seguito a un proficuo incontro con CityLife, è stata indicata come area disponibile, l’ex Palestra Ravasio. Circa 300 mq e un adiacente magazzino di 100 mq. Lo spazio prevede accesso diretto dalla strada, lato via Arona e a completamento del progetto di ristrutturazione attualmente in corso, sarà consegnato alla proprietà (Comune di Milano) “al rustico”. Da una prima rapida visita di verifica, quest’area ben si presterebbe ad accogliere “Casa Vigorelli”.

Ora serve il tuo voto. Si vota dal 15 marzo al 15 aprile.

Intanto grazie per aver letto fino a qui la nostra proposta. Ancora un piccolo sforzo: il tuo voto a Casa Vigorelli.

La fase di voto dura un mese – dal 15 marzo al 15 aprile. Si vota online sul sito del Bilancio Partecipativo. Si possono votare fino a 3 progetti, anche in Municipi diversi. Hanno diritto al voto tutti i cittadini, residenti e city users di ogni nazionalità, dai 16 anni in su. Per votare è necessario essere registrati sul sito del Bilancio Partecipativo. Si può votare anche in modalità cartacea nelle sedi principali dei nove Municipi o ad uno dei nove banchetti di voto allestiti nei mercati in tutta la città. Si può ricevere assistenza alla registrazione ed al voto digitale anche in alcune biblioteche. Gli utenti già registrati sul portale del Comune – con username e password o con SPID – potranno usare le stesse credenziali per accedere anche al sito del Bilancio Partecipativo e votare i progetti finalisti. Info su www.bilanciopartecipativomilano.it

Sabato 17 marzo a Palazzo Reale approfondimenti sui progetti

Sabato 17 marzo inauguriamo la fase di voto con la grande “fiera dei progetti” del Bilancio Partecipativo di Milano. Dalle 10:30 sino alle 14:00, in Sala Conferenze a Palazzo Reale, gli autori dei progetti saranno a tua disposizione per fornirti informazioni e approfondimenti. Sarà un po’ come partecipare a una “fiera”: troverai nove piccoli stand dedicati a ciascun municipio. Inoltre lo staff del Bilancio Partecipativo sarà a tua disposizione per assisterti nella registrazione e darti supporto al voto. L’incontro rientra nel calendario di iniziative della Milano Digital Week. E’ necessario registrare la propria partecipazione a questo link.

Considerazioni tecniche sul progetto

Una stima di massima delle opere e dei costi è stata fatta sulla base delle attività che lo spazio dovrebbe accogliere e di quanto ci è stato esposto relativamente all’attuale progetto di ristrutturazione. Di seguito elenchiamo quanto necessario per la fruizione dello spazio, a completamento dello spazio a rustico.

Opere civili a completamento delle aree a rustico: suddivisione degli spazi interni in base alle funzionalità fra cui la realizzazione di aree per coworking, box-office, corner-bar e realizzazione servizi igienici, impianto di riscaldamento autonomo con eventuale coibentazione del locale. Impianti idrici per servizi igienici e locale cucina/caffetteria (come supporto a servizi di catering), impianto elettrico, cablaggi per PC/macchine ufficio, impianto Wi-Fi, impianto antifurto. Acquisto arredi e macchine da ufficio (indicativamente si pensa di attrezzare 6-8 box-office con tavoli da lavoro dimensioni 160x80, sedie da lavoro base, 50 sedie “visitatore”, 8/10 armadi metallici con serrature), stampante di rete multi-funzione, n.2 stampati locali di supporto (con formula noleggio a lungo termine inclusa manutenzione/ricambi) impianto audio (per il locale, non per l’impianto sportivo), video-proiettore o grande schermo per presentazioni/corsi, acquisto biciclette per organizzare corsi di avviamento al ciclismo sia in pista che su strada, corsi di educazione stradale in bici, dedicati ai più piccoli.

 

______________________ I NOSTRI PARTNER______________________

 

                                 

Pin It on Pinterest