PEDALOTECA #5
Addio bicicletta. Prima di dirle addio, rendiamo questo affettuoso omaggio alla bicicletta dei nostri vecchi e anche ai giganti della strada come Eberardo Pavesi. Almeno questo. Aprile 1964, Gianni Brera.

La corsa in bicicletta è tra gli sport più duri ed esigenti. Uno sport che impegna mente e corpo sino quasi alla distruzione completa. Una corsa in bicicletta non ammette tregue o scappatoie. Per arrivare primi, come per arrivare ultimi bisogna fare tutto il percorso, senza alcuna possibilità di scampo.
Il giovane Gianni Brera, un ragazzino di trent’anni come amava definirsi, per testimoniare il suo entusiasmo a questo sport di poveri ne ha scritto l’epopea attraverso i ricordi di un leggendario protagonista, di imprese ormai inconcepibili.

Addio bicicletta è un romanzo quasi storico che, attraverso la vita e le corse di Eberardo Pavesi, racconta come sono nate le prime gare ciclistiche milanesi in quella che una volta era la Piazza d’Armi, oggi Parco Sempione.

Bicicletta e uomo si fusero con gli anni fino a suscitare misteriosissime simbiosi dinamiche…l’anticavallo operò profonde rivoluzioni in tutto il mondo civile e sveltì sicuramente il ritmo sonnolento del nostro popolo…chi non sa andare in bicicletta non è neppure certo di poter salire su un tram con la necessaria coordinazione, non può stringere decentemente una ragazza su una pista da ballo…
e siamo solo alle prime righe della prefazione.

Il libro Addio bicicletta è da leggere, divorandolo. Assolutamente. Ogni ciclista appassionato deve tenerlo sul comodino. Leggerlo e rileggerlo. Meditare, capire, riflettere, pedalare. Poi di nuovo meditare, capire…

  • Copertina flessibile: 232 pagine
  • Editore: Dalai Editore (giugno 1997) Collana: I Nani
  • prima edizione 1964 Longanesi
  • pubblicato anche con il titolo L’avocatt in bicicletta (editore Book Time – 2011)

PEDALOTECA

PEDALOTECA è la raccolta di recensioni di libri che parlano di bici, raccontano di campioni del ciclismo, illustrano la cultura della bicicletta, accompagnano gli appassionati nel percorso di conoscenza, divulgano la cultura ciclistica. Scritte da chi ne ha letti molti, presentati alcuni, scritti nessuno.
PEDALOTECA è anche lo scaffate dedicato ai libri tematici sul ciclismo, sulla bicicletta e i suoi campioni. La proposta di letture ciclistiche di Rossignoli, la bottega storica milanese della bicicletta. In corso Garibaldi 71. Dove i libri si leggono, si presentano, si vendono.

SERATA IN PEDALOTECA

MERCOLEDI 14 MARZO da Rossignoli, alle 19.00 Marco Pastonesi presenta Gibì Baronchelli Dodici Secondi, di Giancarlo Iannella.

“Dodici secondi. Quei dodici infiniti secondi che lo separarono da Eddy Merckx nel Giro d’Italia 1974 dopo 4001 km e oltre 113 ore di corsa. Quei dodici muti secondi che lo hanno accompagnato durante e dopo gli anni del ciclismo. Gibì Baronchelli: vittorie conquistate e sfiorate, fughe felici e sfortunate, compagni amici e nemici. La sua vita, le sue storie, le sue parole.” (Marco Pastonesi).

______________________ I NOSTRI PARTNER______________________

 

                                 

Pin It on Pinterest